"Esistono schemi anche nell'arte astratta. La bellezza è simmetria e proporzione, pensare all'arte come creazione spontanea, assente di regole è sbagliato e superficiale."

Ho una visione tutta mia della vita, credo che i numeri siano la più grande forma d'arte. Certo detto così non ha molto senso, lasciate che vi spieghi.

L'arte, il design e l'architettura sono un escalation dimensionale riconducibile ad un unico concetto. L'idea che si possa prescindere da uno schema non è affatto vero, un ottima progettazione non può che essere il risultato di una analisi attenta e dallo studio delle soluzioni possibili.

La studio e la preparazione, poi, penso siano alla base di qualsiasi cosa. La superficialità è buona per far colpo i primi cinque minuti, dopo le persone vogliono preparazione e consapevolezza di ciò che si propone e si realizza.

Ho avuto una formazione scientifica, sono laureato in ingegneria e mi sento molto ingegnere nel modo di pensare e di ragionare. Da altra parte sono un grandissimo appassionato di arte, con predilezione per le arti visive come la pittura, la fotografia e il cinema.

Credo che l'arte sia il più bel lascito per un essere umano, è cristallizzare un emozione in un opera materica.

In Plus Studio io mi occupo prevalentemente del far si che il progetto mantenga una coerenza e compattezza globale. Poi di tanto in tanto mi diverto a disegnare arredi, ma fin a quando qualche grande azienda non comprerà un mio progetto non mi definirò mai un industrial designer.