"Crescere non vuol dire improvvisare ma costruire solidamente il proprio futuro passo dopo passo."

Sono oramai quarant'anni che vivo immerso nell'arredamento e design e la mia non è stata affatto una carriera banale. Mi sono sempre dato da fare e ho sempre pensato che la soddisfazione e felicità dei miei clienti fosse la più grande certezza sulla quale costruire il mio futuro.

Ho cominciato da un piccolo negozio di appena 50 metri quadri nella periferia di Napoli, vendevo per lo più piccole cose ma nel contempo imparavo e studiavo i più grandi architetti e designer. L'università di architettura è stato infine un polo di idee e ispirazione unico.

La gavetta mi ha fatto benissimo e consiglio sempre ai giovani di partire dal basso, perchè solo dal basso si può avere la prospettiva giusta di chi e ciò che ci circonda.

Ho cominciato così a fare le prime ristrutturazione e progetti di interior design, ad interagire sia con la clientela che con le varie maestranze portando il risultato estetico del mio lavoro al pari della funzionalità degli spazi, dei tempi di consegna e del rientro del budget economico prestabilito. Tutto questo messo insieme è per me la professionalità che chi mi conosce mi attribuisce.

Poi negli anni la crescita è stata costante, e con essa gli spazi espositivi, che intrecciavo con spazi da lasciare liberi alla creatività e alla progettazione. Questo binomio è per me sempre stato indissolubile, non mi sono mai definito un commerciante di arredi, ne un progettista, ho sempre pensato di essere nel mezzo, in quel limbo sottile che fa di me una persona ispirata e al contempo pratica.

Oggi sono a capo di un gruppo di lavoro eterogeno e giovane. Non sono un accentratore e tutti hanno spazio per esprimersi, proporre e realizzare. Faccio da supervisore a tutto ciò che accade ed intervengo quando occorre.